spuntisunti

15 marzo 2024

“Io ancora non trovo un cibo senza ingredienti. Ho trovato una scatola d’orzo dove è scritto ingredienti: orzo. Che poi è scritto al plurale ingredienti ma c’è una cosa sola dentro, cioè l’orzo. E già questa cosa mi fa pensare.”

 15,00

Con il loro umorismo sgrammaticato, gli SpuntiSunti illuminano sfumature insolite di un’esistenza piuttosto comune: quella dell’autore, che decide di osservare sé stesso, gli altri e il suo ambiente per mezzo di numeri, anagrammi, riflessioni enigmatiche, situazioni incompiute, ripetizioni ossessive, inappagamenti, epifanie e improvvise esultanze.

Racconti solo apparentemente confusi e separati, gli SpuntiSunti collocano il lettore in una quotidianità riconoscibile ma non del tutto, filtrata da un’agitata curiosità: luoghi narrativi affidati al caso più scrupoloso e alla regola più disordinata.

In questo libro, in cui gli eventi e le parole si incartano in sensi altri, si avverte la necessità di abbandonare il legame abituale con le faccende di tutti i giorni, senza la pretesa di comprendere o spiegare la vita che ci assale a ogni ora. Anche fuori di qui.

 

____________________________________________

 

RASSEGNA STAMPA

 

su l’indice dei libri del mese di febbraio 2024, andrea inglese scrive di forme brevi e brevissime. tra i libri analizzati anche spuntisunti di massimo gerardo carrese. leggi l’articolo qui.
“Malmenare la sintassi, per Carrese, costituisce un esercizio di esibizione comico-corrosiva del tasso di ideologia che la lingua ordinaria veicola.”

Carrello
spuntisunti
 15,00
Torna in alto
Spedizione gratuita per ordini superiori a 30€